Orietta Pugliese

Insegnante presso l'accademia di Bari

 

Ciao Orietta! Iniziamo parlando di te: descriviti in poche parole.

Ho scoperto il mondo Nail tramite internet. Mi sono incuriosita ed ho cercato tutto quello che riguardasse questo mondo: foto, forum, video. Più cercavo di documentarmi e più cresceva in me la passione e la voglia di imparare. Poi per caso ho conosciuto AmericaNails ed ho deciso di frequentare il mio primo corso con loro.


Nel proprio percorso professionale, quanto è importante frequentare un corso di formazione?

Il settore della ricostruzione unghie l’ho sempre paragonato ad un iceberg, siamo tutti affascinati dalla parte emersa fatta di decori, lavori finiti bellissimi ma quasi nessuno si ferma a pensare all’importanza della parte sommersa fatta di pro e contro che puntualmente si presentano in questo settore. Frequentare un corso di ricostruzione è importantissimo perché da la giusta formazione per intraprendere quello che un giorno potrebbe essere il nostro hobby o il nostro lavoro senza recare danni a terzi.


Svolgi tantissimi corsi durante l’anno, aule piene di iscritte. Sicuramente un lavoro impegnativo! Quali sono le difficoltà più ricorrenti che riscontrano le tue allieve?

Bombatura, curva C e preparazione del letto ungueale. Molte ragazze sottovalutano l’importanza di questi 3 punti che sono fondamentali per ottenere una struttura salda e resistente agli urti. Cerco di far capire loro che un’unghia piatta facilmente si spezzerebbe e che la bombatura non è stata ideata per gusto personale ma è parte integrante di una buona ricostruzione. Il letto ungueale invece va preparato a dovere se si vuole evitare la formazione di bolle d’aria che provocano sollevamenti.

 

Youtube, tutorial: è sempre più frequente trovare ragazze che si improvvisano Nail Artist senza aver affrontato una specifica formazione. Cosa ne pensi?

Sono solo specchi per le allodole, non fanno altro che far vedere in pochi passaggi come effettuare una ricostruzione unghie, spesso senza neanche sapere quello che stanno facendo o di cosa stanno parlando. Ormai sta diventando una sorta di catena di Sant’Antonio: imparano da youtube, acquistano prodotti scadenti e a loro volta girano video tutorial. Possono essere utili invece i video che trattano i decori, ci si può imbattere in Nail Art molto carine dalle quali magari trarre ispirazione, ma a parte questo meglio prendere il tutto con le pinze.

 

Quali sono gli aspetti del tuo lavoro che ti appassionano di più?

Per quanto riguarda l’insegnamento, amo condividere tutto il mio sapere con le allieve, svelare loro semplici trucchetti per delle Nail Art carine e vedere il loro entusiasmo e la loro dedizione nel riprodurle. Per quanto riguarda lavorare direttamente sulle unghie, amo mettermi in sfida con me stessa, cercare di creare dei lavori non facilissimi per poter dire alla fine di ogni lavoro “non ci credo… le ho fatte io!”

 

Le tue Nail Art sono veramente stupende! Dove prendi l’ispirazione?

Grazie! Prendo ispirazioni un po’ dappertutto: immagini, foto, da quello che mi circonda, a volte vado semplicemente di fantasia.

 

Gel, Acrilico, recentemente Ceramica: qual è la tecnica che preferisci?

Preferisco Gel e Ceramica. Con il Gel ho avuto il mio primo approccio in questo settore e come dice il detto “il primo amore non si dimentica mai”, la Ceramica invece è innovativa, ha dei vantaggi che sia Gel e Acrilico si sognano: leggera, sensibile, per nulla invasiva, facilissima da lavorare. Che dire, la ricostruzione in Ceramica è il futuro!

 

Essere aggiornati, sempre seguendo e studiando le ultime tendenze: è questa la chiave per arrivare ai tuoi livelli?

La moda è sempre in continua evoluzione e bisogna seguirne il passo. Non si smette mai di imparare, nuove tecniche, nuove forme; bisogna sempre tenersi aggiornati ed ampliare il proprio bagaglio culturale in modo da soddisfare anche i gusti più difficili. Essendo poi una persona curiosa, tutto ciò che è nuovo voglio impararlo, prima per me stessa e poi per gli altri.

 

E’ importante utilizzare solo il meglio a livello di prodotti. Tra tutti i prodotti AmericaNails e Ceramik Nails, quale preferisci?

Per quanto riguarda la linea Gel, il mio preferito è il Gel Uv Monophasic Blue, una gel di alta viscosità, non cola ed è quindi possibile lavorare più strutture contemporaneamente. Della linea Ceramica, adoro il  Ceramik Dust Cover pink, è semplicemente bellissimo!

 

Cosa consiglieresti ad una persona che si avvicina per la prima volta al mondo della ricostruzione unghie?

Di non arrendersi alle prime difficoltà, nessuno è nato imparato, è solo armandoci di pazienza, dedizione, costanza e tanta pratica che si arriva ad ottenere risultati ottimali.