Michela Carta

Insegnante presso l'accademia franchising di Francavilla al Mare (CH)


Ciao Michela! iniziamo parlando di te: descriviti in poche parole.

Dinamica, solare, positiva, caparbia, determinata e disponibile.

 

 

Cosa ti ha avvicinato al mondo Nail?

Ho sempre avuto il culto della bellezza e della cura di se stessi; essendo onicofagica dalla nascita, e non potendo mostrare mani belle e curate, mi sono affidata ad una onicotecnica della mia zona. Da quel momento in poi ho scoperto un mondo a me sconosciuto, fino ad allora, ed ho sentito nascere una forte passione per la ricostruzione delle unghie.


Cosa ami di più del tuo lavoro?

 Credevo che creare strutture forti e belle fosse la mia unica passione. Ho poi scoperto che cambiare l’aspetto di una mano non curata e onicofagica mi carica di energia e voglia di fare sempre meglio! Lo stupore e la felicità negli occhi delle mie clienti, che gridano al “miracolo”, e’ la più grande soddisfazione che potessi mai avere. Con l’Accademia, poi, ho toccato l’apice della felicità!

 

Quando crei una Nail Art dove prendi l’ispirazione?

Dalla mia smisurata fantasia, e da foto e video presi da riviste ed internet

 

Gel, Acrilico, recentemente Ceramica: qual è la tua tecnica preferita?

Sono nata con il Gel, ma da quando ho scoperto la Ceramica non riesco a trovare eguali! La adoro!!! Perché? Perché il risultato è un’unghia forte e naturale!

 

Perché ritieni importante frequentare un corso di ricostruzione?

Perché la sola passione non basta. La tecnica e il costante aggiornamento fanno si che un’onicotecnica possa dirsi “professionista” del settore. Essere bravi non basta, la conoscenza non ha limiti!

 

Quali sono gli errori più comuni che riscontri e come evitarli?

Problemi legati alla struttura e alla curva C. Come evitarli? Pratica, pratica e ancora tanta pratica!

 

Youtube, tutorial: è sempre più frequente trovare ragazze che si improvvisano Nail Artist senza aver frequentato specifici corsi di formazione. cosa ne pensi?

Credo che affidarsi “solo” ai tutorial possa essere un grandissimo errore. Ribadisco che per essere professionisti nel settore occorre necessariamente frequentare corsi e affidarsi ad accademie serie.

 

Non smetti di tenerti aggiornata, sempre seguendo e studiando le ultime tendenze: è questa la chiave per arrivare ai tuoi livelli?

Assolutamente si! Ma il tutto deve essere accompagnato da buona una dose di umiltà. Non si e’ mai arrivati!

 

E’ importante utilizzare solo il meglio a livello di prodotti. Tra tutti i prodotti AmericaNails, quale preferisci?

Adoro l’assortimento targato Ceramik Nails. Inoltre, i nostri  fantastici She Colors e i Gel Color, poi il nostro Glossy è inimitabile: luce, brillantezza e durata. Prodotti unici!

 

Cosa consiglieresti ad una persona che si avvicina al mondo della ricostruzione?

Credere in se stessi, non abbattersi alle prime difficoltà. Se hai un sogno, non chiuderlo nel cassetto! Bisogna mettersi in gioco, essere umili ed ammettere i propri limiti, ma senza commettere l’ errore di non provarci: tecnica, tenacia e passione. La parola “impossibile” non esiste. Nulla e’ impossibile se davvero lo vuoi. Tutto il resto sono “scuse”!