Fantasy magic world

Quest’anno l’AmericaNails ha deciso di fare un tuffo nel mondo del Fantasy lanciando per l’occasione del Cosmoprof di Bologna 2017 il consueto appuntamento con il Contest solo sulla mix media box, che da la possibilità ai lavori arrivati in finale di approdare direttamente all’evento per essere esposti e ammirati da quante più persone possibile. Un tema molto affascinante che come al solito ha stuzzicato la fantasia di molte, alla fine il 17th Contest è stato un altro grande successo, che va oramai a consacrare un team ben saldo formato dagli organizzatori: Marco Di Puppo, Valentina Di Tella, Gabriella Perrella, Alessandro Di Puppo e Ivan Mendico! Facciamo i complimenti alle vincitrici Sara Ciafardini (1 posto), Luana Giolitti (2 posto) e Isabella Cammarota (3 posto), e alle finaliste Sabrina Bravaccini, Taty Bianchi, Francesca Mariotti, Patrizia Camaggi e Alina Elena Tatur.

Questa volta abbiamo voluto intervistare oltre ai giudici esterni che per l’occasione sono stati: Paola Stefania Marrone, Patrizia Martucci e Mari Irimia, anche le partecipanti al Contest cercando di capire cosa hanno voluto rappresentare nel proprio lavoro e soprattutto quali sono le motivazioni e la passione che spingono a realizzare una mix media box, opera molto complessa!

 

Raccontaci il tuo percorso e soprattutto come nascono i tuoi lavori:

 

Patrizia Martucci: Il mio percorso è legato all'amore,che ho da sempre, per l'arte.Mi sono avvicinata al mondo nails circa 10 anni fa, per gioco,quando ho sostituito la mia collezione di smalti colorati con un bel po' di gel da conoscere,da provare,da amare. Ho smesso di  dipingere su carta e tele per farlo su spazi piccoli come le unghiette e  mi sono divertita tantissimo! Da qui l'idea di approfondire la cosa passando dagli "studi personali" ad un percorso formativo e dall'adrenalina delle competizioni all'emozionante quiete dell'insegnamento. Spiegare come nascono i miei lavori è estremamente semplice :  un'immagine si fa spazio nella mia mente,i colori fissano l'immagine mentre piccole pennellate accarezzano il supporto. Affiorano stati d'animo e li coloro. Mi sento in pace, non penso ad altro. Sono felice quando lavoro ed auguro lo stesso ad ognuno di voi.

 

Paola Stefania Marrone: Ho iniziato a interessarmi al mondo delle unghie in modo puramente casuale... Mi era stato proposto di seguire un corso di ricostruzione unghie da una mia amica. Voleva introdurre questo servizio nel suo negozio. Collaboravo con lei, ma lei non immaginava che io sapessi disegnare ne che ciò che è prettamente manuale mi piace. Da parte mia, invece, io ero all'oscuro di cosa si trattasse ricostruire le unghie. Mi spiegò a grandi linee come si esegue una ricostruzione e mi disse che lo strumento principale con cui applicare il prodotto era il pennello. Quindi lavoro manuale e artistico... Accettai di seguire questo corso e mi resi conto che mi piaceva e da lì iniziò tutto. Inizialmente mi basavo su ciò che avevo appreso al corso senza pensare a decori o altro. Ricostruivo le unghie e basta. Poi un giorno partecipai ad un concorso dove richiedevano delle unghie decorate. Guardavo i decori proposti da altre tecniche ma non trovavo l'ispirazione. Allora mi son detta, ma perchè devo sforzarmi di fare ciò che fanno tutti. Io ho in mente un altro modo per decorare queste unghie e poter partecipare. Eseguii la decorazione che avevo in mente e mi resi conto che era totalmente diversa dal solito che si vedeva in giro e che piacque parecchio. Da lì ho sempre cercato di seguire ciò che la mia mente mi suggerisce trovando sempre un modo originale di rappresentare un decoro. Probabilmente questo mio modo di pensare si è sviluppato grazie agli studi fatti. Ho sempre avuto una spiccata dote artistica e per logica e necessità ho frequentato il liceo artistico. Dico necessità perché il disegnare e sempre stata una cosa che ha accompagnato la mia vita e di cui non posso fare a meno. Prima di occuparmi di unghie mi sono occupata di altri settori dove il disegno era comunque alla base. Ad un certo punto mi ritrovai a dover seguire una strada che mi portò per diversi anni lontano dal disegno. Il campo della ricostruzione delle unghie mi ha riportato in un campo dove posso esprimere di nuovo il mio lato artistico e poter utilizzare la mia manualità. Mi ha dato modo di non perdere ciò che mi piace fare, disegnare. Le tecniche artisti che prediligo sono varie, dal l'acquerello alla china, dalla tempera alle matite o gessetti. Diciamo che ogni tecnica ha il suo fascino e modo di poter essere sfruttata. Nel mio lavoro mi piace maggiormente il lato creativo. Nella quotidianità mi concentro sull'eseguire una ricostruzione precisa e naturale. Quando devo eseguire qualche lavoro da esposizione creo.... Nel complesso sia il lato creativo che quello esecutivo mi piacciono perchè comunque cerco di eseguirlo al meglio. L'ispirazione x i miei lavori viene da sola all'improvviso oppure ho un cenno di idea e il resto viene mentre la eseguo. Osservo ciò che mi circonda, mi informo su ciò che devo rappresentare, trovo il modo come poter eseguire l'idea che ho in mente e trovare la soluzione migliore per farla capire a chi guarda.

 

Mari Irimia: Il mio percorso...... ufaaaa un po tormentoso..... ho partecipato ad il percorso di estetista in una academia di Barcelona poi per un po ho mollato tutto.... 6 anni fa mi sono trasferita in italia dove ho iniziato ad approfondire le nozioni in questo campo sia di nail art k di struttura fino ad arrivare ad essere un membro INJA ed un giurato internazionale di gare.   Solitamente le mie creazioni piu grandi avvengono nella calma e la tranquillità della notte... prendo spunto da tutto sia del mondo nails che fuori esse...

 

Elena Alina Tatur: Ciao.Sono Elena Alina Tatut.Ho iniziato il mio percorso a settembre 2016 con il primo livello gel poi a dicembre il 2°livello.a novembre ho partecipato al corso di pittura in gel e da lì ho iniziato a creare la mia prima tip box con la quale ho vinto il 3° posto alle competizioni star trek a Roma nella categoria junior.Poi ho scoperto su Facebook i contest organizzati da voi,AmericaNails e mi sono decisa di partecipare progettando il mio primo tip box pedicure cat. student con cui mi avete fatto il grandissimo onore di vincere il primo posto.così mi sono fatta coraggio a partecipare anche al prossimo "fantasy magic world " con il quale anche se non ho vinto il podio ho avuto la soddisfazione di mandarlo con voi al cosmoprof di quest'anno.un esperienza unica fin'adesso per me.ho ancora tantissimo da imparare e migliorare ma sono sicura che la passione e l'amore per quello che faccio mi aiuterà a farlo ogni giorno di più,anche se, di imparare non si finisce mai :) ma è proprio questo il bello.grazie di cuore a voi che mi avete dato l'opportunità di partecipare,alle mie insegnanti,a tutti quelli che mi hanno incoraggiata e mi sono stati vicini e quelli che lo faranno ancora.

 

Sabrina Bravaccini: Il mio percorso con le TipBox è iniziato grazie ad un' amica della quale seguivo i lavori e i vari concorsi. Un giorno mi dice di provare a farne una ed a inizio così una vera e propria sfida, mi sembrava davvero impossibile disegnare così in piccolo e per di più su di una superficie tanto rotonda!!!! La prima box abbastanza terribile ma di volta in volta si migliora.  A volte è lo stesso tema proposto per il concorso che mi ispira al punto di sapere nell'immediato cosa disegnerò, altre volte sono i ricordi .Per questo contest ho sognato che creavo un drago, ho cercato un immagine che mi piacesse e così ho provato, è stato molto difficile però la vera sfida è superare i propri limiti poi non importa se non si vince. Non sempre ciò che facciamo arriva agli altri come vorremmo, ma dar sfogo alla propria passione ,rendere reale ciò che hai immaginato e dire"ci sono riuscita" è meraviglioso.

 

Sara Ciafardini: Nonostante le "attitu­dini artistiche" (com­e dicevano i professo­ri) ho studiato da ge­ometra.. ma poi la ri­bellione ha preso il ­sopravvento e ho fatt­o la scuola d'estetic­a nel 1999, quando ne­l programma didattico­ non era previsto un ­percorso da onicotecn­ica.. quindi nel 2003­ ho iniziato a  lavor­are col gel da autodi­datta .. La  formazio­ne vera e propria é i­niziata nel 2010 con le tecniche di naila­rt e micropittura in acrilico, successivamente sono passata alla micropittura in gel che per molti versi preferisco..  da qualche anno ho iniziato ad insegnare micropittura in gel e acrilico e tecniche miste..  quantomeno ci si ­prova!!! 
A parte lavori con te­ma a richiesta .. per­ quanto riguarda l'is­pirazione è ovunque i­ntorno a noi!!!! La s­uperficie dell'unghia­ é talmente piccola c­he qualsiasi cosa può­ diventare d'ispirazi­one. . I dettagli di ­un tessuto. . Le impe­rfezioni di un pavime­nto.. gocce d'acqua s­u un vetro.. Tutto é ­riproducibile e può d­iventare un naildesig­n astratto!! Aldilà d­ell'astratto i cartoo­ns e i tatuaggi .. So­no in assoluto quello­ che preferisco dipin­gere. . Mi piacciono ­i contrasti, i moment­i luce-ombra .. A vol­te eccedono anche in ­questi ! a non posso f­arne a meno!!!

 

Isabella Cammarota: Mi chiamo Isabella Cammarota , ho 23 anni e vivo a Rionero in Vulture, provincia di Potenza. Il mondo dell'estetica e delle unghie mi ha sempre appassionato. Dopo essermi diplomata da estetista ho iniziato a frequentare molti corsi ma non erano mai abbastanza, mancava qualcosa che poteva dare una svolta alla mia professione, qualcosa che mi fa emergere per quello che sono e per la passione che porto dentro, qualcosa per poter offrire sempre di più a chi ha creduto in me stessa. Il mio prossimo obbiettivo è quello di poter diventare Master.Per questo Contest, ho deciso di rappresentare Harry Potter e di realizzare tutto interamente in acrilico : il castello di Hogwarts , Albus Silente, Harry Potter e Voldemort in combattimento , il treno del famoso "binario 3/4" e la macchina volante con una particolare, quella di farla girare , di metterla in movimento. Ebbene si, ci sono riuscita! È stata per me una grande soddisfazione riuscire a ricreare tutto questo ed essere arrivata 3° classificata.Ringrazio tutti coloro che mi hanno supportato in questo percorso. Grazie all'Americanails per questa opportunità e che vinca il migliore al prossimo contest.

 

Francesca Mariotti: Ecco il mio racconto :Il mio percorso è iniziato così,per caso,colevo partecipare ad un concorso perché in palio c'era come primo premio un campus full immersion con bravissime master che mi sarebbe piaciuto vincere,così mi sono avvicinata al mondo delle tip box,da autodidatta ,ho proposto il mio lavoro per la gara,una volta però rese pubbliche le foto ho visto dei lavori stupendi,curati nei minimi dettagli non solo erano dipinti alcune parti erano in 3D,la cosa mi stupì tantissimo e affascinò allo stesso tempo,piano piano dovevo migliorare,anch'io volevo creare dei piccoli quadri in miniatura che raccontavano una storia.i lavori come in questo caso nascono appena leggo il tema che andrò a rappresentare,per me è fondamentale è quello che mette in moto la mia fantasia, appena ho letto che il tema era Fantasy la mia memoria è tornata indietro nel tempo a quando ero bambina e vidi per la prima vota la storia infinita e ho voluto riproporla con le emozioni che ricordavo e che ricordo ancora un bambino che leggendo un libro riesce a far vivere tanti strani personaggi per salvare il mondo di Fantasya!!

 

Patrizia Camaggi: Sin da bambina ero attratta da tutto quello che riguardava il creare, il disegno e il magico mondo degli smalti e dei rossetti. In seguito il mio percorso diventa realtà per metà, diventando estetista.  Coltivando sempre  la passione per il disegno. Diversi anni dopo, grazie ad una cara cliente (oggi amica) inizio ad abbinare alle unghie la mia passione per il disegno. Decido  di approfondire il mio percorso anche come onicotecnica frequentando  vari  corsi, facendo ricerche e comprando riviste del settore. Ed è proprio grazie ad una di queste che scopro il mondo dei contest.  Decido di provare e iscrivermi.  Complice un dolce Babbo Natale in compagnia di un Angelo, mi qualificai e da quel giorno la mia passione per le tipbox continua. Le mie ispirazioni arrivano sempre da varie ricerche e da quello  che mi circonda.

 

Taty Bianchi: Da sempre appassionata di disegno e arte in genere, mi sono avvicinata al mondo nails un giorno, per caso. Avevo messo da parte passioni e hobby per dedicarmi alla famiglia... quando un giorno ho trovato una pubblicità di un corso di ricostruzione unghie. Incuriosita ho frequentato il mio primo corso a Saronno, presso Kaybeauty, e sono rimasta letteralmente affascinata da questo mondo di fantasia e colori... che finalmente mi permetteva di trasformare  la mia creatività in qualcosa di concreto! Ho sviluppato la mia passione allenandomi giorno dopo giorno, frequentando altri corsi di struttura, che credo sia la cosa più importante!  Per questa tip box mi sono ispirata alla leggerezza, alla magia del tema fantasy nella sua forma più essenziale, cercando di ricreare un mondo ideale di fate, poesia del paesaggio e tenerezza.  Non ho una vera fonte di ispirazione. Dipingo facendomi trasportare dal mood del momento...

 

 

Luana Giolitti: Ho frequentato un biennio al liceo artistico,qualche anno fa..... Studi che ho dovuto abbandonare per entrare nel mondo del lavoro come operaia metalmeccanica,...lavoro che ho svolto per molti anni e che mi ha regalato lezioni di vita ,umiltà,disciplina e manualità. Ma in questi tempi non facili,di crisi,nel 2013 la ditta ha chiuso e non mi è restato altro che il dovermi reinventare....... Amando l'arte e da sempre affascinata dal mondo della decorazione in ogni sua espressione,nel disegno,nella pittura, nella scultura,nel tessile,nell'arredamento,ma anche della decorazione come "valorizzazione" della persona,ho frequentato un "corso di ricostruzione unghie gel base",dedicandomi in seguito,al mondo delle unghie come autodidatta. I miei lavori nascono pensando,sognando,osservando tutto quello che mi circonda,i fatti che accadono...l'ispirazione puo' esser in ogni cosa....basta coglierla... Uno sguardo è soprattutto rivolto alla natura e alla gioia della vita perchè la nail-art è espressione di bellezza,e, armonia di forme e colori....La nail-art regala la possibilità di potersi migliorare come persone e come artisti,e con un pizzico di fantasia puo'far volare in alto e viaggiare lontano....